Arredare la casa con i Pallet

Arredare la casa con i Pallet

Per arredare la tua casa in modo originale e assolutamente economico puoi prendere esempio dalle molte persone, sempre di più, che utilizzano i Pallet riciclati, un ottimo modo per riutilizzare risorse che andrebbero perse, un aiuto per l’ambiente e per le tue tasche.

Cosa sono i Pallet

Certamente avrai visto movimentare delle merci posate sopra ad una pedana di legno che, con l’ausilio di un carrellino, il “transpallet”, si trasporta agevolmente nonostante il peso. Quella pedana si chiama Pallet ed è estremamente diffuso nella logistica, nel sistema di movimentazione merci.

Tutte le aziende li utilizzano ma quello che forse non sai è che è, inscindibilmente, un’invenzione relativamente recente: solo nella seconda guerra mondiale i militari americani pensarono che appoggiando i rifornimenti da trasportare in Europa su apposite pedane di legno questi potessero essere movimentati più facilmente.

I Pallet nascono quindi non da esigenze industriali come sarebbe logico pensare ma da esigenze militari e da allora i Pallet sono stati sempre più usati e diffusi fino ai giorni nostri in cui sono assolutamente indispensabili.

L’utilizzo dei Pallet

Attualmente i Pallet sono utilizzati per immagazzinare materiali, posizionati ordinatamente e in maniera modulare. Appositi carrelli elevatori li posizionano su strutture di magazzino sviluppate in altezza riducendo la superficie necessaria, una cosa impossibile da fare senza il Pallet.

Esistono due categorie di Pallet: quelli contrassegnati dal simbolo ovale che all’interno contiene la sigla “EUR”, particolarmente robusti e standardizzati nelle dimensioni e gli altri Pallet che possono essere di diverse dimensioni e struttura, alcuni più leggeri e sottili, altri più robusti.

Questa suddivisione è importante per chi desidera utilizzare i Pallet per realizzare elementi d’arredo perché cambia sensibilmente il loro costo.

Quali Pallet utilizzare per arredare 

Per realizzare elementi d’arredo con i Pallet ti consigliamo di non utilizzare quelli “EUR” che hanno un mercato e quindi difficilmente trovi abbandonati. Scegli piuttosto gli altri che puoi trovare abbandonati o che puoi chiedere a magazzini e grandi negozi che, una volta scaricata la merce, se ne dovrebbero disfare con aggravio di costo.

Se non riesci a trovarne in giro o nei grandi negozi, puoi recarti in una delle tante aziende che trattano i Pallet e acquistarli, costano pochi Euro e li trovi in ottime condizioni, importante per facilitarti il lavoro. Se hai la fortuna di trovare dei Pallet “EUR” abbandonati, recuperali e vai nelle medesime aziende di cui ti abbiamo parlato, li acquisteranno volentieri pagandoti anche 7-8 Euro ciascuno.

Siccome l’obiettivo è avere dei Pallet per costruire mobili, non puntare al denaro ma cerca di contrattare uno scambio: per un Pallet EUR puoi ottenere più Pallet comuni, quindi puoi costruire il tuo mobile a costo zero. La convenienza è reciproca, tua che risparmi e per l’azienda che non sborsa un centesimo disfandosi di Pallet che forse non riutilizzarebbe mai.

Come costruire elementi d’arredo con i Pallet

Con i Pallet puoi sbizzarrire la tua fantasia: puoi realizzare tavolini, letti, divani, panche. Per avere un migliore effetto ti conviene lisciarli con una levigatrice e poi trattarli semplicemente con vernice trasparente per evidenziare le venature del legno oppure con vernici colorate per vivacizzare la casa.

Il Pallet è l’ideale per l’esterno, robusto e durevole nel tempo ma anche negli interni è sempre più apprezzato ed usato. Si tratta di una vera tendenza di moda attuale, amica dell’ambiente e volta al risparmio che conferisce una sicura originalità alla tua casa e la soddisfazione di aver realizzato tu stesso gli elementi con poca fatica e spesa, addirittura gratis in molti casi.

Da non sottovalutare l’aspetto ambientale: vero che molto probabilmente i Pallet non riutilizzati per il loro scopo principale possono essere riciclati per farne legna da ardere ma perché sprecare questa risorsa e utilizzare materie prime nuove,  con danno per l’ambiente invece di riusare una risorsa già presente?

Lascia un commento